Main menu

I soldati di Apice decorati

Le ricompense al valor militare sono pubblici attestati che hanno la finalità di segnalare come degni di pubblico onore gli autori di atti di eroismo militare, anche compiuti in tempo di pace, purché l'impresa sia strettamente connessa alle finalità per le quali le forze militari dello Stato sono costituite, qualunque sia la condizione e la qualità dell'autore.

 A partire dalla istituzione del riconoscimento il medagliere è il seguente:

  • medaglia d'oro,
  • medaglia d'argento,
  • medaglia di bronzo,
  • croce di guerra.

 

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

MEDAGLIA D’ORO 

QUALE VITTIMA COLPITA ALL’ESTERO DA EVENTI TERRORISTICI

     
   

Luogo e data dell’evento

 

CAPORAL MAGGIORE CAPO PELLINO Antonio

DATI ANAGRAFICI

 

MOTIVAZIONE ? ?

     

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

MEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR MILITARE

     
   

Nr 2 MEDAGLIE

CAPITANO CAV.

ALBANESE ANTONIO 

Paternità: VINCENZO

nato a APICE il 11.03.1893

in forza al 39° RGT. FTR.

Arruolatosi alle armi il 20.08.1914. Prese parte alla Guerra Mondiale dal 1915/1918. Per atti coraggiosi dimostrati nei combattimenti di (Boscomalo), il 23.05.1917 e al combattimento di Castagnevizza dal 19 al 21 agosto 1917 ottenne le due medaglie di Bronzo al Valor Militare. Durante i combattimenti di Ponte Primizzano, venne catturato prigioniero dagli austriaci l’1.11.1917. Ritornato in Patria il 3.3.1919.

Per infermità contratta in progionia venne dichiarato “Invalido di guerra” di 5^ categoria a vita. Deceduto a Solopaca (BN) il 18.12.1939.

Decorazioni: Croce di Cavaliere della Corona d’Italia - Croce al merito di guerra c. 1915/18 Unità d’Italia interalleata.

     
   

SOTTOTENENTE

GRECO VITTORIO EM.

Paternità: VINCENZO

nato a APICE il 01.09.1897

in forza al 207° RGT. FTR.

deceduto  NELLA 22^ SEZ. SANITA’ PER FERITE RIPORTATE IN COMB. 

il 31.08.1917

     
     

CAPORALE

SAGRILLO GUIDO

Paternità: PIETRO

nato a APICE il 05.10.1891

in forza al 134° RGT. FTR.

deceduto sul campo per ferite riportate in combattimento

il 16.08.1916

     
   

MARINAIO

D’AMBROSIO GIUSEPPE

nato a APICE il 18/03/1922

in forza al ROMA

DISPERSO il 09/09/1943

sul fronte MARE MEDIT. CENTR.

     
     

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

CROCE DI GUERRA AL VALOR MILITARE

     
     

S. M. il Re Imperatore con Suo  Decreto in data 16 maggio 1940 XVIII°

Ha conferito la CROCE DI GUERRA AL VALOR MILITARE al Soldato 1° Reggimento Fanteria d’Assalto “Littorio”

SOLDATO

TORREMANTE POMPILIO

Paternità: ANTONIO

Maternità: MARIA COLANTUONO 

 

“Volontario nel plotone arditi di bottiglione, durante l’attacco ad una posizione nemica fortemente presidiata, si slanciava all’assalto tra i primi e, con lancio di bombe a mano, riusciva a mettere in fuga l’avversario. Monte Lunet, 11 gennaio 1939-XVII.”

Data del conferimento - Roma, addì 16 settembre 1940

F.to Il Ministro B.Mussolini

 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

MEDAGLIE D’ONORE QUALE PRIGIONIERI DEI TEDESCHI

 

Il 15 febbraio 2014 l’Amministrazione Comunale di Apice ha consegnato un targa ricordo alla Medaglia d’Oro Caporal, Maggiore Antonio Pellino, e quattro Medaglie d’Onore ai cittadini apicesi internati nei lagher tedeschi: Iacoviello Ciriaco (ritira il figlio Maurizio) - La Porta Carmine - Morante Attilio (ritira il figlio Nicola) - Palermo Giuseppeantonio (ritira il fratello Giovanni).

Last modified onLunedì, 12 Maggio 2014 09:35
Rate this item
(0 votes)
Login to post comments
back to top